Eventi Origami

Origami di Natale – Gnomo di carta facile e veloce

I tutorial sugli origami di Natale in questo periodo vanno alla grande. In molti state apprezzando il mio precedente articolo, dove mostravo come piegare tre soggetti di cui uno davvero speciale.

Se vi siete persi come realizzare Rudolph, la famosa renna di Babbo Natale, potete correre ai ripari e rileggere:

Origami Di Natale, Versatili E Belli Da Vedere

Oggi invece voglio mostrarvi un origami di Natale leggermente diverso dal solito. Realizzeremo un coloratissimo gnomo di carta attraverso pieghe semplicissime.

Potete utilizzarlo come segnalibro, come elemento decorativo, per realizzare biglietti d’auguri e tutto quello che la fantasia vi suggerisce.

Come piegare lo gnomo origami di Natale

Per prima cosa procuratevi due foglietti quadrati di carta colorata. Dovranno avere la stessa dimensione, io ne ho utilizzati due di lato lungo 5cm.

Per la barba dello gnomo ve ne servirà anche un terzo bianco e leggermente più piccolo degli altri due, diciamo di lato 4cm.

Naturalmente potete variare le dimensioni a vostro piacimento perché, soprattutto per gli inesperti, lavorare con dimensioni maggiori è certamente più facile.

Tenete a portata di mano un po’ di colla stick (gli origamisti puri non inorridiscano) e con l’aiuto di una perforatrice procuratevi un cerchietto di carta rosa per il naso.

Siamo finalmente pronti per questo nuovo progetto!

Cappello dello gnomo origami di Natale

La figura in basso evidenzia i passaggi per piegare il cappello dello gnomo.

Piegate il quadrato di carta lungo l’asse congiungente i punti medi di due lati opposti e riaprite il foglio (Fig.1 e Fig.2).

Portate il vertice A sull’asse EF in modo da individuare il segmento DA (Fig.3). Fate combaciare il lato DC con la piega DG (Fig.4).

Il cappello è pronto e per il momento possiamo lasciarlo da parte.

Come realizzare l’abito

Ripetete le stesse pieghe utilizzate per il cappello. Successivamente procedete come mostrato nei seguenti passaggi.

Sovrapponete il lato DC fino a farlo combaciare con DF. Fate la stessa operazione dall’altra parte, portando DE sul lato DB.

Riaprite il modello (Fig.3) e completate l’abito eseguendo le pieghe di Fig.4. Dovete portare il lato DF sopra DH e il lato DB su DG.

Come vedete la base della tunica non è ancora completata. Voltate il modello e piegate verso l’alto per formare un triangolo.

La barba dello gnomo origami di Natale

Questo è certamente il modulo più semplice da realizzare.

Piegate a metà il quadrato lungo una delle diagonali (Fig.1). Portate due lati del quadrato sulla diagonale, come mostrato in Fig.3. Girate il modello, la lunga barba è pronta.

Assemblaggio dei tre moduli

Ora che avete completato tutti e tre i pezzi necessari, non vi resta che assemblarli. In questa operazione dovete aiutarvi con qualche punta di colla.

Posizionate l’abito dello gnomo origami di Natale dentro il cappello. Aggiungete la barba, sempre inserendola all’interno del copricapo.

Quando sarete soddisfatti e certi della posizione di ogni modulo, incollate con della colla stick.

Procuratevi un foglio rosa e ricavate un tondino con l’aiuto di una perforatrice. Sarà il naso dello gnomo che dovete incollare tra barba e cappello. Il gioco è fatto!

Gnomo origami di Natale

Io ho aggiunto qualche tocco di luce con stelline ricavate dai fili dell’albero di Natale. Voi potete decorare seguendo la vostra fantasia e quella dei vostri bimbi, non ci sono limiti.

La matematica tra le pieghe

Ora che avete imparato a piegare gnomi, sono certa che non riuscite più a fermarvi. Eppure ne vale la pena. Soffermatevi ad osservare il cappello dello gnomo aperto.

A me è venuto subito in mente un problema classico, noto fin dall’antichità: la trisezione di un angolo qualunque con l’utilizzo di soli riga e compasso.

Grazie alla dimostrazione data, solo nel 1837, da Pierre-Laurent Wantzel, sappiamo che la risoluzione di questo problema è impossibile.

Quello che invece si riesce a fare è trisecare un angolo qualsiasi (indovinate un po’?) utilizzando gli origami!

Per scoprire come, leggete La geometria degli origami sul sito MATEPRISTEM dell’Università Bocconi. C’è un tutorial chiarissimo, con tanto di illustrazioni, su come effettuare le pieghe necessarie.

Nel caso del cappello, l’angolo da dividere in tre parti uguali è un angolo di 90°. Naturalmente, seguendo le istruzioni del link, dovete ottenere lo stesso origami che vi ho mostrato. Questo perché i passaggi mostrati si applicano ad angoli qualsiasi. Provate!

Sostieni MammaConta

Se ti piace il mio sito e ti piace quello che faccio…sostienimi!

Puoi acquistare attraverso i miei link di affiliazione Amazon senza spendere un centesimo in più.

Per ogni acquisto idoneo riceverò una piccola percentuale che utilizzerò per acquistare nuovi giochi e libri da recensire e consigliare.

Gnomo mania

*link di affiliazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top