Giochi Libri Risparmio Viaggi

I NON compiti delle vacanze – Rimanere allenati senza stress

Ogni anno con la fine della scuola si ripete lo stesso dibattito sui compiti delle vacanze. Voi cosa ne pensate, siete favorevoli o contrari?

In molte famiglie i compiti per casa, da svolgere durante l’anno scolastico, sono spesso fonte di stress e litigi.

Così i genitori preferirebbero staccare completamente la spina e almeno in vacanza non dover rincorrere i bambini con libri e astucci.

Noi ce la siamo cavata con il libro delle vacanze, due libri di lettura e qualche testo facoltativo di rinforzo per grammatica, ortografia e matematica.

Compiti delle vacanze
Ispettrice Numeroni

Clicca per acquistare

Il testo consigliato per la matematica l’ho preso senza pensarci due volte. Già solo il titolo, Ispettrice Numeroni e la scomparsa della parrucca d’oro, ha catturato l’attenzione di Furbetto.

La serie di cui fa parte è composta da cinque volumi, ideati dalla professoressa Daniela Lucangeli e dal suo gruppo di ricerca dell’Università di Padova.

Questi libri-gioco hanno l’intento di allenare l’intelligenza numerica dei bambini della scuola primaria in maniera divertente, attraverso un apprendimento implicito.

L’estate è il periodo migliore per far “riappacificare” con la matematica, spesso vissuta con ansia e preoccupazione. Via libera dunque ai NON compiti delle vacanze.

Quindi sia che si tratti di libri studiati ad hoc come l’Ispettrice Numeroni, di gite fuori porta oppure giochi sotto l’ombrellone, l’importante è divertirsi e scovare la matematica che ci circonda.

Compiti delle vacanze divertenti: si può!

Chi l’ha detto che i compiti delle vacanze si debbano svolgere soltanto sui libri? Si può imparare anche sfruttando le vacanze come scena da cui trarre apprendimento.

Le giornate all’aria aperta, la possibilità di viaggiare, i giochi spensierati, tutto può diventare materia per stimolare abilità, concentrazione, attenzione verso le esperienze che si fanno lontano da scuola.

È l’esatto opposto dell’invadere le vacanze con le cose della scuola: quaderno, schede, libri per ripassare cose fatte in classe. Sono le vacanze a suggerire modi per dare senso a quanto appreso in classe.

Ecco la mia personale lista

Per prima cosa vi consiglio di sfruttare le vostre mete estive. Chiedete ai bambini di tenere gli occhi aperti, di scovare la matematica intorno a loro, fotografarla, disegnarla oppure di raccontarla in un diario.

Cercate ispirazione? Leggete gli articoli sulle nostre gite fuori porta:

1. Mare, sabbia e matematica;
2. I sassi del Conero e la matematica;
3. Numeri al Giardino dei Tarocchi;
4. Parco di Pinocchio a Collodi;
5. Parco delle Sculture del Chianti;
6. Cupole geodetiche al parco;
7. Matematica in campagna;
8. I Pavimenti Cosmateschi ad Anagni;
9. I Pavimenti della Certosa di Calci;
10. Parco Pitagora;
11. Museo del Balì;
12. Il Pozzo di San Patrizio a Orvieto.
NON compiti delle vacanze

Visto che in vacanza avrete più tempo libero, giocate insieme ai bambini e mostrate loro che la matematica e le conoscenze acquisite a scuola, entrano in campo quando meno se lo aspettano.

Non sapete bene di cosa parlo? Date un’occhiata all’elenco qui sotto:

1. La matematica nel gioco delle bocce;
2. La matematica nel gioco delle freccette;
3. Aquiloni, geometria e fantasia;
4. La matematica delle bolle di sapone;
5. Matematica con le carte;
NON compiti delle vacanze

Se i vostri figli odiano la matematica ma sono topi di biblioteca, assecondate la loro passione per la lettura. Oggi esiste un’ampia offerta di libri di narrativa il cui filo conduttore è la matematica.

NON compiti delle vacanze

Clicca per acquistare

Ne è un esempio Vacanze Matematiche di Anna Cerasoli, pubblicato a maggio 2021 da Feltrinelli Kids. E’ la storia di due fratelli che fanno un incontro speciale. Scoprite di più leggendo il mio articolo: Libri Sotto L’ombrellone – Vacanze Matematiche.

Questo libro è molto utile per ripassare i concetti base della matematica. Inoltre nei box a corollario della storia, l’autrice raccoglie e approfondisce nozioni di storia, geografia e scienze, aggiungendo molte informazioni interessanti per i giovani lettori.

Infine un consiglio per i genitori che lottano con i figli che trascorrono troppo tempo con il tablet: giocate d’astuzia e volgete questo tarlo fisso a vostro vantaggio.

Esistono molte app educative interessanti ma ve ne consiglio una fra tutte: Maggie E Il Tesoro Di Seshat.

NON compiti delle vacanze

L’app è pensata per gli studenti della scuola primaria e secondaria di primo grado, dai 7 ai 12 anni ma potete mettervi alla prova anche voi grandicelli.

Si tratta di un’avventura in cui i protagonisti devono risolvere enigmi di difficoltà crescente per procedere nella ricerca del tesoro. Sono certa che i vostri figli si appassioneranno.

Spero che questa carrellata di suggerimenti vi possa essere d’aiuto. Fatemi sapere nei commenti come hanno trascorso le vacanze i vostri figli. Dove hanno scovato la matematica?

Sostieni MammaConta

Se ti piace il mio sito e vuoi aiutarmi a mantenerlo in vita…sostienimi!

Puoi acquistare attraverso i miei link di affiliazione Amazon senza spendere un centesimo in più.

Per ogni acquisto idoneo riceverò una piccola percentuale che utilizzerò per acquistare nuovi giochi e libri da recensire e consigliare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top